closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Un colpevole: la protezione civile

Commissione grandi rischi . La corte d’appello de L’Aquila assolve tutti tranne De Bernardinis. Sconcerto e dolore dei parenti delle vittime del sisma del 6 aprile 2009: «Vergogna»

L'Aquila, le macerie della Casa dello studente

L'Aquila, le macerie della Casa dello studente

«Un terremoto nel terremoto». Accolta con sgomento, rabbia e dolore dai parenti delle vittime del sisma del 9 aprile 2009 e dai tanti cittadini che attendevano impazienti davanti al tribunale del capoluogo abruzzese, la sentenza emessa ieri dalla Corte d’Appello de L’Aquila se però ha un pregio è quello di aver detto chiaramente che la Protezione civile non può scaricare le proprie responsabilità su scienziati ed esperti chiamati per un parere consultivo. Dopo sette ore di camera di consiglio, la corte presieduta da Fabrizia Francabandera ha ribaltato il giudizio di primo grado – che tanto clamore aveva destato nella comunità...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.