closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Un amore vissuto da lontano

Graphic Novel. Intervista a Martoz sul suo nuovo libro: un poema epico ispirato a Jaufré Raudel e Raymond Queneau

Ci sono autori di cui tutti parlano bene senza riuscire a parlarne bene abbastanza. Quando si tratta di autori giovani, la questione è ancor più complicata. Martoz, al secolo Alessandro Martoz Martorelli classe 1990, si era imposto all’attenzione del fumetto italiano già lo scorso anno con Remi Tot in Stunt (MalEdizioni, 2015) e pubblica adesso con Canicola il suo secondo romanzo grafico, “Amore di lontano”, facendoci ripiombare nello stesso problema: come parlare di un autore ventiseienne che per compiutezza di stile, capacità narrativa, espressività e cultura svetta nel panorama della narrazione illustrata nostrana. Il suo nuovo, densissimo e sorprendente romanzo,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi