closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Ultraortodossi dicono no all’esercito israeliano

Israele. Da giorni centinaia di haredim ebrei manifestano contro l'arresto di un giovane religioso che ha rifiutato di indossare la divisa. Lieberman: pugno di ferro con i rabbini schierati contro il servizio di leva. E tra i refusnik laici sono sempre più numerose le donne.

Non c'è alcun legame tra la 19enne Atalia Ben Abba e il 24enne haredi, religioso ultraortodosso, di cui non si conosce il nome, arrestato dall'esercito perché "disertore". Due vite distanti, nonostante siano cresciuti entrambi a Gerusalemme. Li unisce il rifiuto del servizio di leva, obbligatorio in Israele per uomini e donne. Lei, spiega, non vuole partecipare all'oppressione del popolo palestinese entrando in un esercito che perpetua l'occupazione di Cisgiordania, Gaza e Gerusalemme est. Lui non intende far parte delle forze armate dello Stato di Israele che, per motivi religiosi, non riconosce. Le loro vicende stanno facendo parecchio rumore. Ieri per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi