closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Ultimatum di Abu Mazen a Israele: «Via dai Territori entro un anno». Palestinesi scettici

Territori occupati. All'Assemblea generale dell'Onu il presidente dell'Anp ha minacciato di revocare il riconoscimento dello Stato ebraico se non si ritirerà da Cisgiordania e Gerusalemme Est. Ma i palestinesi non hanno fiducia in lui

Il discorso della resurrezione, così come lo avevano presentato i media dell’Anp, non ha scosso le masse palestinesi. E da Israele, almeno sino a ieri sera, non è arrivata alcuna reazione all’ultimatum che il presidente dell’Anp Abu Mazen ha lanciato venerdì in un discorso registrato per l'Assemblea generale delle Nazioni Unite. «Israele ha un anno di tempo per ritirarsi dai Territori palestinesi occupati nel 1967», ha intimato Abu Mazen, minacciando di rivolgersi alla Corte penale internazionale e di revocare il riconoscimento di Israele da parte dell’Olp avvenuto dopo la firma degli Accordi di Oslo. L’occupazione israeliana «impedisce il raggiungimento di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.