closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Ucraina, altre 72 ore di tregua

Guerra. Dopo la firma con la Ue, Kiev e i filorussi prolungano il cessate il fuoco

Il presidente ucraino Poroshenko

Il presidente ucraino Poroshenko

Accordo firmato, pace fatta? Per niente. La Ue ha posto fine al balletto che ha provocato non pochi danni, tirandosi vicino l’Ucraina. Si tratta di un altro paese («accordo storico», ha specificato Poroshenko) che sta affrontando una vera e propria crisi, leggi guerra civile, al termine di un percorso che ha visto succedersi, nell’ordine, un colpo di Stato (almeno secondo l’opinione di Mosca), un governo acclamato dalla folla di Majdan con all’interno cinque ministri neonazisti, l’annessione della Crimea alla Federazione russa, l’insubordinazione, sfociata in aperto conflitto, di metà del paese (quella delle industrie e delle miniere, per altro), elezioni presidenziali...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi