closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Tutti sì in senato, Berlusconi «piega» Salvini e Meloni

Parlamento. L’ultima giravolta del Cavaliere costringe tutto il centrodestra a votare a favore dello scostamento di bilancio. Senza condizioni. Il Pd esulta per la manovra azzurra e prepara l’accerchiamento a Conte per un rimpasto

Il voto finale allo scostamento di bilancio ieri alla camera

Il voto finale allo scostamento di bilancio ieri alla camera

Di buon mattino, con l’assemblea dei deputati forzisti riunita prima del voto, il capo alza il telefono e butta nel cestino l’accordo raggiunto il giorno prima con gli alleati, Giorgia e Matteo: «Noi votiamo a favore dello scostamento. Invitiamo gli altri a seguirci ma facciano come vogliono». Il solenne impegno a votare tutti allo stesso modo? Cancellato in meno di 24 ore. Dicono che a convincere Berlusconi siano stati a tarda notte Letta e Brunetta. Però già alla vigilia il Cavaliere era stato ben attento a non prendere impegni e nessun forzista si era esposto, a differenza degli alleati. Se...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi