closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Tutti salvati dagli zombie

Games. Esce Black Ops 3, nuovo capitolo della saga Call of Duty. Ambientazione lovecraftiana per il videogioco di Activision, dove l’escalation degli armamenti sulla terra porta all’ascesa di gruppi criminali

Qual è il confine tra «simulazione» e «arcade»? Soprattutto in uno sparatutto in prima persona? Qual è lo spazio per la narrazione in un videogioco di questo genere? Domande che un «conscious gamer» si deve porre di fronte al nuovo parto di una delle serie videoludiche più famose e redditizie: Call of Duty, nel terzo capitolo della declinazione Black Ops (sviluppato da Treyarch e pubblicato da Activision, per tutte le piattaforme comprese quelle della vecchia generazione). È da dire che, come per i due precedenti, Call of Duty: Black Ops 3 è tre giochi completi e praticamente autosufficienti in uno,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi