closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

«Tutti i writers sono uniti»: da Roma campagna in difesa dei murales

Diritto alla città. La crociata contro l'arte di strada in nome del decoro

Il post dello scorso 9 novembre con cui Virginia Raggi ha raccontato, con quasi un mese di ritardo, la perquisizione e identificazione del writer Geco, con i toni trionfalistici che di solito si usano quando si consegna un pericoloso criminale alla giustizia, è stato un passaggio fondante dell’avvicinarsi della campagna elettorale della sindaca. L'ideologia del decoro a Roma ha estimatori bi-partisan e e che si vorrebbe fare «voce popolare» nelle invettive del blog «Roma fa schifo» è stata assunta da Raggi come elemento qualificante per essere rieletta. Quel post, come è stato per lo sgombero del Cinema Palazzo, ha generato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.