closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Turni lunghi e straordinari non pagati: proteste allo Spallanzani

Sanità. L'istituto romano è un fiore all'occhiello nella lotta contro l'Hiv. Due infermieri minacciati di licenziamento dopo un'intervista alla radio. La dirigenza dell'ospedale ammette le carenze di organico: «Concorsi e revisione dei fondi per trovare una soluzione»

Carenza di personale e turni prolungati, straordinari non retribuiti, tensioni tra gli operatori sanitari e la dirigenza: all’istituto Spallanzani di Roma - polo d’eccellenza europeo nella lotta contro l’Hiv e le malattie infettive - da mesi sono in atto le proteste di Cobas e Nursind. Ieri un presidio, mentre due infermieri sono stati minacciati di licenziamento per aver reso dichiarazioni ritenute diffamatorie nel corso di una intervista radiofonica. Già nel dicembre scorso si era tentata una procedura di raffreddamento presso la prefettura di Roma, e messa davanti alle richieste dei sindacati la dirigenza dell’ospedale aveva promesso di far fronte ai...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.