closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Turkish connection» all’ombra di Pechino

Turchia. Alla fine del 2014 nove uiguri e dieci cittadini turchi sono stati arrestati a Shanghai

«Turkish connection» all’ombra di Pechino

«Turkish connection» all’ombra di Pechino

Poco meno di un anno fa, nel luglio del 2015, migliaia di persone hanno inscenato una manifestazione davanti al Consolato cinese di Istanbul per protestare contro le restrizioni imposte da Pechino alla celebrazione del ramadan nella Regione Autonoma Uigura del Xinjiang, nel nordovest della Cina. Ai musulmani uiguri che vivono nella regione erano stati vietati il digiuno e altre forme di devozione previste dalla tradizione islamica. Inutile dire che le proteste non hanno facilitato le relazioni tra i due paesi, che negli ultimi anni hanno sfiorato la crisi diplomatica e difficilmente miglioreranno nel prossimo futuro. In sintesi, Pechino accusa Ankara...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.