closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Turchia moderna, paese ad alto rischio di follia

Scaffale. Raccolti in un volume gli articoli sulla Germania, sulla Turchia e sul carcere di Deniz Yücel, celebre giornalista tedesco di origine turca

U'immagine tratta dalla campagna per la liberazione di Deniz Yücel

U'immagine tratta dalla campagna per la liberazione di Deniz Yücel

Non siamo qui mica per divertirci». È questo il modo in cui Deniz Yücel, il giornalista tedesco di origine turca nonché corrispondente da Istanbul della Welt rispondeva agli altri reclusi – attivisti curdi, faccendieri, impiegati del catasto, magistrati e poliziotti incarcerati, gangster – che lo esortavano a mettere per iscritto quanto, giorno dopo giorno, stavano vivendo insieme a lui: in particolare, vale a dire, la quotidianità della prigione. Dal momento che il cronista era stato arrestato con l’accusa di aver «sobillato il popolo» e fatto «propaganda per un’organizzazione terroristica» nel febbraio del 2017. Mantenuta la sua custodia cautelare in carcere...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.