closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'inchiesta

Turchi alla tedesca

Intervista allo storico e studioso delle migrazioni Francesco Vizzarri. A 60 anni dall’accordo sull’immigrazione con Ankara, la Germania riscopre la memoria dei Gastarbeiter, i lavoratori arrivati dalla Turchia a più ondate per restare. Similitudini e differenze con l'esperienza degli italiani

Cittadini turco-berlinesi protestano contro le politiche del presidente Erdogan con un’immagine di Ataturk sotto la Porta di Brandenburgo

Cittadini turco-berlinesi protestano contro le politiche del presidente Erdogan con un’immagine di Ataturk sotto la Porta di Brandenburgo

Il sessantesimo anniversario dell’accordo sull’immigrazione tra la Repubblica federale tedesca (Rft) e la Turchia è stato l’evento di questo autunno tra esposizioni, dibattiti e convegni. Ne abbiamo parlato con Francesco Vizzarri, studioso delle migrazioni e storico contemporaneista all’Università Justus Liebig di Giessen in Germania. Museologia celebrativa o momento collettivo di «educazione alle migrazioni»? Negli ultimi anni, soprattutto come conseguenza della cosiddetta «crisi migratoria» del 2015, il tema «migrazione» ha visto in Germania una congiuntura molto positiva. Lo dimostrano il numero crescente di pubblicazioni e convegni scientifici, progetti di ricerca, sia in ambito storico che sociale. Analogamente a quanto accaduto in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.