closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Tunisi verso l’anti-terrorismo che preoccupa le opposizioni

Tunisia. Altri 7 arresti per l'attacco al resort di Sousse. Il parlamento promette di approvare la nuova normativa che spaventa i gruppi per i diritti umani: si teme il ritorno di uno Stato di polizia

Manifestazione di solidarietà in Tunisia

Manifestazione di solidarietà in Tunisia

Dopo i primi arresti condotti dopo il sanguinoso attacco contro la spiagga del resort Marhaba a Suesse (38 vittime tra i turisti stranieri), ieri il governo tunisino ha annunciato di aver preso un gruppo di sette sospetti, accusati di aver organizzato l’azione portata avanti dal kalashnikov di Seifeddine Rezgui. Secondo la polizia tunisina, il 23enne non avrebbe agito da solo, ma sarebbe parte di una cellula terroristica, legata o simpatizzante dello Stato Islamico che ha rivendicato l’attacco già venerdì sera, a poche ore dal massacro. Per ora il governo non si spinge oltre. In conferenza stampa, il ministro degli Interni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.