closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Trump e Putin d’amore e d’accordo, ma lontani sull’Iran

Incontro di Helsinki. Il presidente russo convince l'americano: non c'è stata nessuna interferenza di Mosca nelle elezioni Usa. L'agenda dei russi e la confusione di Trump. Iran: Trump contro la "violenza" di Teheran vuole "aiutare Israele". E Washington rifiuta le esenzioni per le società europee che commerciano con l'Iran. La contestazione al vertice

  Donald Trump torna a casa da Helsinki con un pallone della Coppa del Mondo di calcio (“piacerà molto a mio figlio” Barron) e con nient’altro dopo l’incontro con Vladimir Putin, che molto a suo agio ha affermato che ormai “la guerra fredda è cosa del passato” e ha stilato la lista dei settori dove vuole instaurare “nuove relazioni” con gli Usa. Le reazioni negli Usa sono sprezzanti, l’Europa guarda con costernazione: due ore di tête-à-tête, un colloquio più lungo del previsto, seguito da un pranzo tardivo dove i due capi di stato erano accompagnati da sei persone ognuno, per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi