closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Trump ci riprova, pronto il decreto MuslimBan 2.0

Stati uniti. Ridotto il numero di rifugiati ammessi negli Usa da 110.000 a 50.000 all’anno. Esclusi dall’ordine esecutivo gli iracheni

Portland, dentro l’aeroporto la protesta contro i decreti anti-immigrati di Trump

Portland, dentro l’aeroporto la protesta contro i decreti anti-immigrati di Trump

Il cosiddetto «MuslimBan 2.0» sostituisce l’originale, sospeso il mese scorso dalla corte federale. Il decreto è stato modificato per prevenire nuovi stop. L’ordine esecutivo sospende per quattro mesi l’asilo concesso ai profughi e riduce il numero di rifugiati ammessi negli Usa da 110.000 a 50.000 all’anno. Inoltre vieta l’entrata in Usa di siriani, iraniani, somali, libici, yemeniti e sudanesi. È stata invece rimossa l’interdizione agli iracheni, una modifica avvenuta dopo le marcate proteste del governo di Baghdad che rimane pur tuttavia «alleato strategico» nelle operazioni medio orientali e con cui i rapporti non sarebbero stati agevolati da una discriminazione arbitraria....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.