closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Trump ci ripensa: «Dollaro troppo forte», «la Cina non manipola», «i tassi bassi»

Stati uniti. Un giorno di dietrofront in economia (e «la Nato non è obsoleta»). Apertura a Janet Yellen. L’intervista al Wall Street Journal allarma le borse

Una serie di inversioni di tendenza riguardo prevalentemente la politica economica di Trump suggeriscono che i moderati stanno eclissando la fazione populista della Casa Bianca guidata da Stephen Bannon, lo stratega sempre più isolato. In un'intervista al Wall Street Journal Trump ha inanellato una serie di affermazioni e sono tutte una marcia indietro rispetto alle dichiarazioni sugli stessi argomenti che The Donald aveva fatto solo poche settimane fa. Il primo effetto delle parole di Trump è stata la flessione del dollaro che «sta diventando troppo forte e in parte è colpa mia perché la gente ha fiducia in me» ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi