closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Trovati i corpi dei tre ragazzi ebrei rapiti

Israele/Territori Occupati. Erano in una campagna nei pressi del villaggio di Halhul (Hebron). Ora si attendono le reazioni del governo Netanyahu che accusa dell'omicidio il movimento islamico Hamas.

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu

I corpi dei tre ragazzi ebrei Eyal Yifrah, Gilad Shaar e Naftali Fraenkel, scomparsi in Cisgiordania il 12 giugno, sono stati ritrovati ieri nei pressi del villaggio di Halhul (Hebron), in campagna, con le mani legate, non sepolti e seminascosti da cespugli. Sono stati uccisi subito dopo il rapimento avvenuto mentre facevano l’autostop. Nelle passate due settimane non sono mai giunte rivendicazioni attendibili del sequestro ma Israele ripete che la responsabilità è tutta di Hamas e al momento sono ricercati due militanti del movimento islamico, Amer Abu Aysha and Marwan Kawasme. I due non hanno più fatto ritorno a casa,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi