closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

«Troppo manipolativo». Il paletto della Consulta. No al referendum Lega

Le giuste proporzioni. Lunga camera di consiglio, poi passa l’inammissibilità 11 voti a 4 Respinte le richieste delle regioni anche sul conflitto fra poteri

«Un furto di democrazia». Non l’ha presa bene Matteo Salvini, per quanto fosse previsto che la Corte costituzionale avrebbe alla fine bocciato la richiesta di referendum elettorale della Lega. Il protrarsi della discussione all’interno della camera di consiglio, cominciata ieri mattina alle 9.30 e andata avanti con una breve interruzione per circa sei ore, così come le voci di una Corte spaccata a metà, rivelatesi poi alla fine infondate, avevano forse illuso i leghisti. Pure consapevoli in partenza di quanto fosse spericolata la loro richiesta, tanto che la memoria depositata dai Consigli regionali proponenti il referendum aveva una lunga premessa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.