closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

«Troppe disparità tra gli Stati». L’Ue si divide

Vaccini

Vaccini

Il prolungarsi della penuria di vaccini fomenta le divisioni tra paesi della Ue. In una lettera ai presidenti di Commissione e Consiglio, Ursula von der Leyen e Charles Michel, ieri cinque paesi Ue hanno denunciato «forti disparità» nella distribuzione delle dosi, negoziate collettivamente da Bruxelles per i 27. Austria, Repubblica ceca, Slovenia, Bulgaria e Lettonia chiedono la convocazione di un vertice straordinario per discutere la questione. Il cancelliere austriaco, Sebastian Kurz, ha evocato l’esistenza di «contratti» segreti tra alcuni paesi – che però non ha citato – e delle case farmaceutiche, per essere meglio serviti. La Commissione ha reagito ricordando...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi