closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Tripoli senza pace Serraj chiede aiuto alle milizie di Misurata

Un posto sicuro. Trecento mezzi blindati entrano nella capitale in difesa del premier. Oggi il tentativo di mediazione dell’Onu con le milizie

Scene di guerra in Libia

Scene di guerra in Libia

I primi mezzi si sono visti ieri mattina. Trecento tra blindati e «tecniche», i pick up armati con mitragliatrici e lanciarazzi, sono entrati a Tripoli e hanno sfilato lungo le strade per poi prendere posizione nella caserma di Tajura, alla periferia occidentale della città. SI TRATTA DI MEZZI pesanti arrivati nella capitale da Misurata su ordine del generale Mohammad al Zain, potente capo della «Forza Antiterrorismo» che in questo modo ha accolto la richiesta di aiuto che gli ha rivolto Fayez al Serraj. Per il premier libico, sempre più in bilico, è la risposta alle milizie, prima fra tutte la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.