closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Tripoli divisa sulle navi italiane, il vice premier sconfessa Sarraj

Libia. Il premier di unità stretto tra fuochi amici e nemici: il suo vice definisce la missione italiana «una violazione della sovranità libica». Per assurdo (ma neanche troppo) la stessa visione del rivale, il generale Haftar

Mentre la nave italiana Comandante Borsini prosegue «regolarmente» – dicono fonti della marina – la sua missione di ricognizione in Libia, lo scontro a Tripoli si accende. Il premier di unità nazionale Sarraj è stretto tra mille fuochi, nemici e «amici». Ieri il suo vice primo ministro, Fathi al Mijibri, ha sconfessato l’accordo annunciato a Roma una settimana fa al fianco di Gentiloni per l’invio di navi italiane «a sostegno della lotta all’immigrazione clandestina»: si tratta, ha detto, «di una decisione unilaterale del primo ministro» e rappresenta «una violazione della sovranità libica». Per assurdo (ma neanche troppo) la stessa visione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.