closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Triplicati i capitali libanesi in Svizzera, ma Beirut non ha i soldi per il pane

Libano. Speculatori sempre più ricchi, popolo sempre più povero: svalutazione della lira e inflazione aumentano il gap sociale nel paese in preda a una crisi politica ed economica strutturale. La benzina è introvabile, come il latte e in polvere e i medicinali. La carne è ormai un privilegio

Una strada bloccata dai manifestanti a Jal el-Dib, nord di Beirut

Una strada bloccata dai manifestanti a Jal el-Dib, nord di Beirut

La lira libanese - come del resto il Libano - è in caduta libera. Ieri ha toccato quota 16.300 lire per dollaro al cambio al mercato nero. Vuol dire che, essendo ancora formalmente agganciata al dollaro a un tasso fisso di 1.507 lire, ha subìto una svalutazione del 100% in meno di due anni. Vantaggi enormi per i pochi che hanno accesso al dollaro contante, povertà in aumento esponenziale per gli altri. Terreno fertile per la speculazione. La dollarizzazione dell’economia libanese, al 20% nei primi anni ’70, supera il 90% nel biennio ’85/’87 in piena guerra civile e in un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.