closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Trieste, quei ragazzi dell’Europa

Festival. Esplorando gli scenari scelti da cineasti del centro e dell’est del Vecchio Continente

Il Trieste Film Festival 32, edizione online (21-30 gennaio) diretto da Nicoletta Romeo e Fabrizio Grosoli, storica manifestazione specializzata nella produzione dell’Europa centrale, orientale, balcanica, ha proposto un programma di film di una nuova generazione di cineasti (oltre ad alcune firme consolidate come Cristi Puiu, Sharunas Bartas). È sempre stato interessante vedere questi film in sequenza e non dispersi nei vari festival, identificare un certo numero di costanti. Prima fra tutte il racconto contraddistinto da un post realismo che sottolinea le problematiche presenti nei diversi paesi, facendo a meno di tentazioni astratte o allusive. Per far meglio risaltare i contrasti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi