closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Tria sulla «Via della seta». E del debito

Il ministro in Cina. Pechino sempre più alla conquista del mondo. E l’Italia, come altri paesi europei, africani ed asiatici, desiderosa di avere un posticino al banchetto

Il ministro dell'Economia Giovanni Tria

Il ministro dell'Economia Giovanni Tria

Ci sono due spiegazioni della visita del ministro Giovanni Tria in Cina. Una legata alla contingenza, l’altra a una prospettiva di più lungo periodo. La prima. Negli ultimi tre mesi, il volume di vendite dei nostri titoli di stato da parte dei principali fondi di investimento esteri ha accarezzato la soglia dei cento miliardi di euro. Fuga dal nostro debito, aumento del rendimento dei titoli a media e breve scadenza. Il tasso d’interesse sui decennali, da gennaio ad oggi, è passato dal 2 al 3,25% (spread con bund tedeschi che viaggia verso i 300 punti base). Il timore del governo,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.