closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Transgender banditi dall’esercito Usa, la Corte Suprema è con Trump

Colpo di mano. Via libera alle restrizioni volute dalla Casa bianca per l'accesso alle forze armate, nonostante la legge sia ancora in discussione nelle corti minori

Il palazzo della Corte suprema a Washington

Il palazzo della Corte suprema a Washington

La Corte Suprema Usa ha deciso di far entrare in vigore le restrizioni volute da Trump riguardo la presenza di persone transgender nelle forze armate, nonostante la legge sia ancora in discussione nelle corti minori. Secondo la legge di Trump le persone transgender, sia che stiano aspettando le cure per la transizione da un genere all'altro, sia che vi si siano già sottoposte, non possano far parte dell’esercito in quanto sarebbero “distratte” dalle proprie vicende personali, e rappresenterebbero “un costo” troppo alto. La legge prevede la possibilità di fare delle eccezioni per i militari transgender che sono già nell'esercito dopo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi