closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Tra Stendhal e il culatello

Italia invisibile/3. Nella Bassa padana tra Parma e Piacenza, in una reggia come a Versailles. Con una capatina nella casa natale di Giuseppe Verdi. Dove il sindaco sta con la Lega

La pioggia che cade sulla Bassa tra Parma e Piacenza, troppa per il mese di aprile, si trasforma in diluvio. L’auto deve fermarsi ad aspettare che dall’orizzonte piatto riemergano i campanili, e la campagna smetta di somigliare a un universo galleggiante. Riparte, durante una tregua, verso Colorno, poi è costretta di nuovo a spegnere il motore. Un enorme specchio d’acqua tremolante nasconde l’asfalto. Vigili urbani e pompieri sorvegliano la situazione. Arriva un ragazzo canotto sulla testa, confabula con gli uomini in divisa, indica l’altra parte della strada, vara il canotto e a forza di braccia approda. Ridono vigili e pompieri,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi