closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Tra sex toys e finanza creativa

A teatro. Va in scena il progetto dell'attore Andrea Cosentino e del danzatore e coreografo Roberto Castello

C’è sempre un buon motivo per fare una puntata a Buti, remoto spicchio di Toscana che fece innamorare persino un «orso» come Jean-Marie Straub. Prelibatezze gastronomiche e raffinatezze teatrali. Imbandite, queste, sul palco all’italiana del Francesco di Bartolo, da Dario Marconcini. Ad attrarci ora, un poderoso titolo, Trattato di economia, mitigato da un «coreocabaret confusionale sulla dimensione economica dell’esistenza», capricciosa chiosa da Serata Satie. Artefici del progetto, battezzato con successo al Vascello di Roma per il festival Teatri di Vetro, sono Andrea Cosentino, attore, narratore, creatore di storie dai confini metafisici, e Roberto Castello, danzatore, coreografo, anima di Aldes, pure...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi