closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Tra povertà e diaspora, la protesta si allarga ai campi rifugiati in Libano

Libano. Le voci dei rifugiati in insediamenti al collasso in un paese in crisi. Disoccupazione al 90%, dure conseguenze della pandemia, aumento della depressione. Ieri in tantissimi hanno raggiunto il confine sud: un morto e un ferito

Manifestazione per la Palestina in Libano

Manifestazione per la Palestina in Libano

Da giorni le canzoni nazionali risuonano nei campi palestinesi del Libano, dove si manifesta in solidarietà con i palestinesi di Gaza e dei Territori occupati. Ieri decine di manifestanti hanno raggiunto il confine meridionale e sono entrati brevemente nel territorio della colonia israeliana di Mtolleh, ricacciati dall’esercito di Tel Aviv che ha lanciato granate: un libanese è morto e un altro è rimasto ferito nello scoppio di due granate. La sera prima tre razzi erano stati lanciati dal sud del Libano verso il nord di Israele, sono caduti in mare senza provocare danni. Gli scontri a Gerusalemme, nei Territori occupati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi