closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Tra mare «cielo», le indagini sul senatore che rischia i domiciliari

Procura di Trani. I lavori mai finiti del porto di Molfetta e le assunzioni «clientelari»

La clinica della Divina Provvidenza

La clinica della Divina Provvidenza

Sta causando un vero e proprio terremoto politico-religioso il crack finanziario da 500 milioni dell’ente ecclesiastico Congregazione delle Ancelle della Divina Provvidenza, che lunedì ha portato a dieci arresti. Con la richiesta dei domiciliari per il senatore Antonio Azzollini (Ncd), presidente della commissione Bilancio del Senato, già indagato, assieme ad altre 47 persone, dalla Procura di Trani per una presunta truffa legata alla costruzione del nuovo porto di Molfetta, per un importo di 150 milioni. Nel 2007 Azzollini era il sindaco di Molfetta e secondo l’accusa avrebbe appaltato i lavori per la costruzione della diga foranea e del nuovo porto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.