closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Tra i media e Donald una love story sadomaso

Usa. La co-dipendenza di tv e stampa nei confronti di Trump. I principali network dedicano al candidato repubblicano il doppio del tempo dedicato a Hillary Clinton

In un articolo apparso sul «New York Times» del 6 giugno, Jim Rutenberg suggeriva che, invece di riferirsi al team elettorale di Donald Trump come a «la campagna Trump», sarebbe stato meglio chiamarlo Trump Productions Inc.. In effetti, come lo studio di un immaginario produttore indipendente che non si ferma davanti all’espediente più basso per far pubblico (pensate al Lawrence Woosley di Matinè di Joe Dante), dall’annuncio della sua candidatura a oggi, Trump è riuscito a creare e diffondere con grande successo di audience una quantità enorme di contenuti a costi che a malapena scalfiscono il suo conto in banca.Insulti,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.