closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Tra desideri e storie interrotte

Cinema. Al Bergamo Film Meeting le opere video di Keren Cytter. «Nel mio video Siren ho reso tutto uniforme: volevo restituire la sensazione di non saper distinguere tra ciò che si è letto sui giornali, su Facebook o sentito alla radio»

«Non mi toccare, torna domani», canta la sirena al naufrago innamorato che galleggia «in oceani senza navi» nella canzone del 1968 di Tim Buckley , Song to the Siren appunto, che attraversa uno dei video dell'artista israeliana Keren Cytter: Siren. In quel lavoro del 2014, girato nell’appartamento che l’artista stava per abbandonare a Times Square, New York, uno dei temi portanti è proprio il desiderio per una donna vista attraverso il filtro dello schermo del computer, in una conversazione su Skype, impossibile da toccare come la sirena della canzone. Il desiderio per il corpo femminile è però un'arma a doppio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.