closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Tra boschi e nebbia la terapia acustica di Laura Veirs

Note sparse. La cantautrice del Portland licenzia «My Echo», un disco che è cronaca del periodo della sua vita legato al divorzio

Laura Veirs

Laura Veirs

Una delle funzioni della creatività e dalla musica è quella di sublimare le emozioni e di dargli una forma diversa e, magari, più accettabile. È quello che, in modo inconscio, a leggere le sue dichiarazioni, è successo a Laura Veirs, cantautrice di Portland, Oregon. Il suo undicesimo album, My Echo (Raven Marching Band), pubblicato lo scorso 23 ottobre è infatti la cronaca del periodo della sua vita che ha portato al suo divorzio dal produttore (e padre dei suoi figli) Tucker Martine. «Quando penso alla fine dei tempi, mi vieni in mente tu»: così si apre End Times, una delle dieci...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi