closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Totò, ancora tra gli onorevoli

Festival del cinema Europeo. A Lecce il primo omaggio al grande attore a 50 anni dalla sua scomparsa

Il 15 aprile del 1967 moriva il Principe Antonio De Curtis in arte Totò. Neanche il più fantasioso degli sceneggiatori, il più lungimirante degli studiosi, il più audace degli esegeti (in Italia su tutti Oro Caldiron e Goffredo Fofi), il più estremista dei fan poteva mai immaginare che il cinema e l’arte di Totò avrebbero sfidato come pochi l’inesorabile legge del tempo, avrebbero resistito a mode e stravolgimenti epocali, avrebbero avuto ancora la forza di catturare l’attenzione persino degli alienati dei social, degli ossessionati dagli smart, dei più insospettabili trucidi palestrati/crestati/ tatuati. E invece è proprio così. Oggi a 50...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi