closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Torturati in Polonia e trasferiti a Guantanamo. Varsavia paga il conto

Corte europea. Ok a sentenza di condanna per le "extraordinary rendition" della Cia. 100 mila dollari al palestinese Abu Zubaydah e 130 mila al saudita Al-Nashiri

La base gestita da Cia e servizi polacchi a Stare Kiejkuty

La base gestita da Cia e servizi polacchi a Stare Kiejkuty

La Polonia ha deciso di rispettare uno dei punti della sentenza della Corte europea dei Diritti dell’Uomo. Varsavia ha infatti accettato di pagare un risarcimento a due detenuti a Guantanamo, vittime del programma di consegne straordinarie della Cia durante l’amministrazione Bush jr. La Polonia, che eleggerà il suo presidente al ballottaggio di domenica prossima, resta infatti l’unico paese europeo ad aver aperto un’inchiesta sui black sites gestiti dall’intelligenza americana. Al palestinese Abu Zubaydah, arrestato in Pakistan e torturato poi da agenti della Cia in territorio polacco, andranno 100.000 dollari. Il saudita Al-Nashiri, considerato l’architetto dell’attentato esplosivo contro il cacciatorpediniere Uss...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.