closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Toronto scopre l’Italia del «posto fisso»

Festival . La scommessa della commedia. Checco Zalone e Gennaro Nunziante con «Quo vado» all’Iccf di Toronto, la rassegna dedicata al cinema italiano contemporaneo

Checco Zalone sotto un'immagine da Quo vado

Checco Zalone sotto un'immagine da Quo vado

«Grazie per aver costruito in fretta i grattacieli per farci piacere. Ne siamo rimasti molto impressionati». Le battute di Checco Zalone, nome d’arte di Luca Pasquale Medici, giunto per la prima volta a Toronto con il regista Gennaro Nunziante, hanno echeggiato per qualche giorno per le strade della città canadese. «Abbiamo fatto un giro per il centro - ha esordito Zalone all’incontro con stampa e pubblico all’Istituto Italiano di Cultura – questo è un posto dove i grattacieli ti fanno sentire piccolo piccolo. È stato un bagno di umiltà. In Italia la gente ci ferma, ci fanno foto. Qui non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.