closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Tornano le bombe a Damasco, la guerra non è finita

Siria. Due ordigni posizionati su un autobus militare hanno ucciso 14 persone. Sei morti anche a Hama mentre un bombardamento governativo ha ucciso 13 persone a Idlib, tra cui cinque civili.

L'autobus colpito a Damasco

L'autobus colpito a Damasco

Erano le 6.45 locali quando ieri due ordigni posizionati all’interno di un autobus militare siriano sono esplosi mentre l’automezzo passava sul ponte Hafez al Assad a Damasco. Almeno 14 i soldati uccisi, altri sono rimasti feriti. Una strage che i suoi responsabili volevano ancora più grave. Gli artificieri hanno scoperto un terzo ordigno, rimasto inesploso, che hanno fatto brillare. Torna di nuovo il terrorismo nella capitale siriana, per ora senza firma. Si guarda all’Isis che si sta ricostituendo in Siria e non è più limitato alla presenza di poche cellule nell’est desertico del paese sopravvissute alla caduta dello Stato islamico...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.