closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Torino si fa in quattro. Il centrosinistra sceglie il candidato

Amministrative. Da oggi i gazebo delle primarie. Sono tutti uomini, tutti sì Tav. L’ex città-fabbrica di fronte al futuro dopo la parentesi grillina

Se nel 2011, all’alba della giunta Fassino e dopo i caldissimi giorni del referendum a Mirafiori, avreste osato dire che il prossimo sindaco di Torino sarebbe stato colui che aveva detto addio alla Fiat sarebbe stata considerata lesa maestà. Toccavi un tabù per quella che era stata la città-fabbrica: il Lingotto dettava l’agenda. A conti fatti, o meglio a posteriori, quell’addio è consumato: traslocate le sedi fiscali e legali e, nonostante i numerosi incentivi pubblici, ridimensionati la presenza locale e i progetti sul territorio. Ed è cambiato il nome in Stellantis. Un passaggio storico che ha lasciato problemi aperti –...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.