closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Torino, la rivolta dei facchini ai mercati generali

Centro Agro Alimentare. Il SiCobas dichiara sciopero, poi il picchetto. La polizia carica, ma il presidio continua lunedì

Il facchino dei mercato generali di Torino lavora di notte, in ogni condizione. Solitamente è straniero ed è un prototipo della flessibilità prossima ventura. Nella notte tra martedì e mercoledì circa duecentocinquanta facchini del Caat (Centro Agro Alimentare Torino) insieme ad alcune decine di giovani torinesi solidali, hanno deciso di bloccare l’operatività del complesso. Tutto nasce dal licenziamento di cinque lavoratori da parte di una cooperativa. Il sindacato SiCobas reagisce proclamando uno sciopero che presto si trasforma in un picchetto organizzato. Il personale delle cooperative aderisce in massa e circa duecentocinquanta lavoratori bloccano l’ingresso del centro agro alimentare nel cuore...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.