closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Thyssen, pene ridotte. Esplode la rabbia dei parenti

La nuova sentenza. La Corte d'Appello di Torino riduce ancora gli anni comminati a Espenhahn e agli altri dirigenti. Il rogo del 2007 aveva ucciso sette operai. Laura Rodinò, sorella di Rosario, morto a 26 anni: "Il rischio è che piano piano le pene non ci saranno più".

«A ogni sentenza, questa è la quarta, tolgono un pezzettino di pena». Antonio Boccuzzi, unico operaio sopravvissuto alle fiamme della Thyssenkrupp, commenta così il verdetto della Corte d’assise d’appello di Torino, che ieri ha ridotto, seppur lievemente, le condanne dei sei imputati per il rogo che nel dicembre 2007 costò la vita a sette operai. La Corte presieduta da Piera Caprioglio, chiamata dalla Cassazione a rideterminare le pene, ha condannato l’amministratore delegato della multinazionale tedesca Harald Espenhahn a 9 anni e 8 mesi di carcere per omicidio colposo plurimo aggravato, invece dei 10 anni comminati dalla precedente sentenza d’appello. Condannati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.