closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«The Sense of Things», il movimento in una coreografia di suoni

A teatro. L’installazione di William Forsythe alla Kunsthaus elvetica. Otto campane sconsacrate compongono per il visitatore un percorso personale

Un particolare dell'installazione

Un particolare dell'installazione

«You must move in order to know» (Ti devi muovere per poter conoscere). A ricordarcelo è William Forsythe, coreografo e sperimentatore di linguaggi tra i maggiori del nostro tempo, classe 1949. Artefice nei lontani anni Ottanta di affreschi coreografici postmoderni che hanno fatto storia come il poderoso Impressing the Czar, guida per vent'anni del Frankfurt Ballett e poi della Forsythe Company, autore di titoli formidabili in repertorio delle più prestigiose compagnie internazionali, Forsythe, tornato oggi in America, dalla sua casa nel Vermont, non smette di essere un faro di creatività. DURANTE la pandemia ha sfornato online lo strepitoso The Barre...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.