closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Terra Madre, il sapore del mondo

Torino. Il Salone del gusto si fonde con Terra Madre: non più «grande magazzino» chiuso ma mercato di strada disseminato per la città. 140 stand, 200 eccellenze agroalimentari italiane, e le comunità indigene assediate dalla globalizzazione che raccontano la loro resistenza anche attraverso il cibo

La graziosa stazione di Alpignano, cittadina della periferia torinese piazzata all’imbocco della strategica per eccellenza Val di Susa, ieri mattina debordava di folla. Un luogo solitamente tranquillo nel fine settimana. Un plotone compatto di buongustai attendeva, biglietto in mano, il treno che li portava nel nuovo paradiso della gola, il Salone del gusto di Torino en plen air, fusosi a caldo - da quest’anno - con Terra Madre. Il problema è che quando il treno è arrivato debordava già di folla ammucchiata come acciughe. Così, si parte e si raggiunge il centro della città che sfiderà la legge dell’impenetrabilità dei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi