closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Teneri, disincantati compagni di strada

Saggi. «Cose che si possono e non si possono dire» di Arundhati Roy e John Cusack. La scrittrice indiana e l’attore americano incontrano Edward Snowden

Arundhati Roy, Daniel Ellsberg, Edward Snowden e John Cusack

Arundhati Roy, Daniel Ellsberg, Edward Snowden e John Cusack

Una scrittrice dagli occhi intensi e e che per le sue parole taglienti è stata minacciata di morte dai fondamentalisti del suo paese; un attore radical americano che dona parte del suo cachet a associazioni per i diritti civili; un giornalista fedele alla mission di denunciare gli abusi del potere costituito. Infine, un fuggiasco, costretto a rifugiarsi nella poco democratica Russia. È la strana compagnia che si riunisce per alcuni giorni in una Mosca fredda. La scrittrice è Arundhati Roy, l’attore è John Cusack, il giornalista è Daniel Ellsberg, noto per aver tirato fuori i paper del Pentagono per preparare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi