closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Tenco che andava sempre lontano lontano

Musica. A cinquant'anni dalla morte, la città della lanterna celebra il cantautore con una serie di omaggi. Stasera presentazione al teatro della tosse del disco di Roberta Alloisio e Armando Corso

Luigi Tenco

Luigi Tenco

Luigi Tenco, che una vulgata molto attenta a scandali e luoghi comuni continua a considerare un musone intristito, quando era invece persona scherzosa e piena di idee e di battute pronte. Luigi Tenco il jazzista mancato, di cui sono emerse di recente le registrazioni avventurose con un sassofono che inseguiva il fantasma elegante di Paul Desmond, dopo aver provato con un clarinetto tenuto insieme dagli elastici (c’era accanto anche un giovanissimo Bruno Lauzi!) e i ricordi di chi era accanto a lui, in quei giorni, e lo rammenta come un ragazzo dal talento smisurato, ma dalla poca attenzione per rispettare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.