closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Teleperformance, a rischio 3.000 addetti delle sedi di Roma e Taranto

Call center. La multinazionale intende spacchettare la struttura societaria italiana. Fino a domenica sciopero di due ore a fine turno

Le prime avvisaglie erano arrivate a dicembre, quando durante un incontro nella sede di Confindustria a Roma tra azienda e sindacati, fu stabilito che il periodo di mobilità volontaria per il personale del call center Teleperformance sarebbe durato dal primo gennaio ai primi di aprile. L’incentivo all’esodo venne quantificato in 6000 euro. Il tutto in vista del mese di giugno, quando il 30 sarebbe scaduto l’accordo (non replicabile) sottoscritto nel gennaio del 2013. Quell’intesa infatti, se da un lato prevedeva il ritiro di 621 licenziamenti per la sola sede di Taranto, dall’altro fissava entro il 30 giugno il limite temporale...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.