closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Taser anche ai vigili, intercettazioni e pene per i promotori di occupazioni

Decreto Salvini. Nella seconda parte del decreto legge approvato dal Cdm, quello relativo alla sicurezza pubblica, la prevenzione e il contrasto al terrorismo e alla criminalità mafiosa, sono contenute le norme più disparate. Il sindacato di polizia Silp Cgil: «L'utilizzo indiscriminato della forza pubblica per le occupazioni arbitrarie di immobili non risolve i problemi»

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini

Pistole taser in dotazione anche ai vigili urbani; aumento delle pene per chi organizza e promuove occupazioni di immobili, e addirittura possibilità di ricorrere alle intercettazioni per prevenire e punire l’«invasione di terreni o edifici»; Daspo urbano anche dentro gli ospedali e i presidi sanitari, e Daspo per le manifestazioni sportive anche agli indiziati (per reati di terrorismo); sanzioni penali e non più solo amministrative per chi partecipa a blocchi stradali. Sono le più importanti novità contenute nella seconda parte del «decreto Salvini» - quella riguardante «la sicurezza pubblica, la prevenzione e il contrasto al terrorismo e alla criminalità mafiosa»...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.