closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Tante ombre e poche luci. La Lady ora è sola

Scenari birmani. Il processo di pace con le entità etniche regionali, vera luce dell’operato della Lady, rischia il collasso e si rischia l'ennesimo isolamento internazionale, che non fa bene né agli affari né a un consenso già al lumicino

Quando l’ex capo della diplomazia europea Federica Mogherini affrontò con Aung San Suu Kyi il dossier Rohingya, la minoranza musulmana espulsa dal Myanmar in Bangladesh, si dice che la Lady abbia risposto con una smorfia: «internal matters», la stessa frase che ha utilizzato oggi la Thailandia per commentare il golpe di Naypyidaw. Non si sa invece cosa abbia risposto al papa, incontrato a san Pietro dopo un colloquio con Gentiloni, in cui il governo italiano era stato zitto sulla questione. Il pontefice invece no. Chi la ha dato retta in Europa è stato solo Orbán, non esattamente un viatico spendibile....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.