closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Tahrir ha svelato cosa può essere l’Iraq libero

2011-2021. Le primavere arabe. Nel 2019, a otto anni dalle primavere arabe, gli iracheni si sono sollevati contro diseguaglianze sociali e settarismo. La testimonianza di un gruppo di attivisti politici che hanno partecipato al presidio di Baghdad: "Abbiamo trasformato la società dal basso"

Il presidio di piazza Tahrir a Baghdad, dicembre 2019

Il presidio di piazza Tahrir a Baghdad, dicembre 2019

Quando si entrava in piazza Tahrir, a Baghdad, era come entrare in un altro paese, un clima senza senso per la realtà irachena. E invece no, quelle erano le persone vere, le persone quando sono libere: era la libertà senza controllo tribale, sociale, religioso. Non c’era finzione, eravamo noi stessi. La rivolta è iniziata il primo ottobre 2019 da richieste di classe, concretamente riflesse nelle persone che vi hanno preso parte: per lo più disoccupati, il 60-70%, e poi studenti, lavoratori pubblici, intellettuali, sindacati. Le richieste erano focalizzate su una vita dignitosa, lavoro, servizi. elettricità, acqua corrente, la fine delle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi