closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Tabù pensioni: rischio di tornare alla Fornero

Previdenza e Austerità. Governo Draghi silente su come modificarla entro la scadenza di fine anno. Sindacati irritati per la mancata convocazione del ministro Orlando

Il presidente dell'Inps Pasquale Tridico

Il presidente dell'Inps Pasquale Tridico

Da quando è entrato in carica il governo Draghi la parola «pensioni» è quasi un tabù. Il presidente del consiglio non l’ha nominata nei suoi discorsi programmatici in parlamento e nelle conferenza stampa. Il ministro competente - Andrea Orlando - ha sempre svicolato l’argomento motivando che «le pensioni non sono una priorità». Se è vero che la crisi pandemica ha stravolto l’agenda economica, da qui a qualche mese il governo dovrà prendere una decisione molto importante. A fine anno scade la «sperimentazione triennale di Quota 100» e - legge vigente alla mano - senza interventi tornerà pari pari la legge...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi