closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Svimez, il Sud ha contrastato la povertà nel lockdown con il «reddito minimo garantito»

Il rapporto 2020. Lo sostiene la Svimez nel rapporto sull’economia del Mezzogiorno: «Il Covid non è una livella, ma un acceleratore di ingiustizie sociali. Mezzo milione di donne senza lavoro. Con la Dad a rischio di dispersione scolastica 290 mila studenti. Tre milioni di persone percepiscono il «reddito di cittadinanza»,due terzi vivono a Sud. I poveri assoluti sono oltre 5 milioni, quelli relativi nove. 550 mila persone (350 mila al Sud e 200 mila al Centro-Nord) hanno percepito il «reddito di emergenza» istituito dal "Decreto Agosto". 280 mila posti di lavoro persi nei primi tre trimestri del 2020. Cancellata l'80% dell'occupazione femminile creata dal 2008

Otre 3 milioni di persone, di cui due terzi al Sud, hanno percepito il cosiddetto «reddito di cittadinanza» tra aprile 2019 e settembre 2020. Senza questa misura il lockdown a marzo 2020 disposto per fermare la diffusione del Covid avrebbe prodotto una catastrofe economico e sociale nelle periferie delle grandi aree urbane e anche, in particolare nel Mezzogiorno. NEL «RAPPORTO 2020 sull’economia e la società del mezzogiorno», presentato ieri dopo un incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la Svimez evidenzia come questa misura sia diventata nei fatti un «reddito minimo garantito», ovvero un reddito che non pretende in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi