closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Surrealismo, pratica sovversiva

Saggi. Nel quarto numero della rivista Sovrastrutture, distribuita on-line e autoprodotta da un gruppo di ricercatori che vivono a Parigi, vengono pubblicati due contributi benjaminiani. L'indagine di Jean-Marc Lachaud e Michaël Löwy è tutta sul fascino provato dall'intellettuale verso il movimento libertario

Victor Brauner, Hitler, 1934

Victor Brauner, Hitler, 1934

Al quarto numero della sua esistenza, la rivista Sovrastrutture (pp. 124, euro 9), indipendente, distribuita on-line, autoprodotta da un gruppo di ricercatori italiani che vivono e lavorano a Parigi, coordinata da Alessia J. Magliacane, aperta al dialogo interdisciplinare e a contributi di varia nazionalità, pubblica due materiali benjaminiani molto interessanti, non solo per ciò che sono, ma soprattutto per ciò a cui, contemporaneamente, rinviano. Vediamo il primo.Col titolo I figli adottivi della rivoluzione. Sull’attualità intempestiva del Surrealismo (traduzione italiana di F. Rubino), Sovrastrutture presenta in apertura lo stralcio di un’intervista di Jean-Marc Lachaud a Michaël Löwy. Il testo completo della...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi